CRONACA:

9.10.2011: Leventina - USM 1:2 (1:0)

Reti: 21' p.t. su rigore (1:0); 18' s.t. De Souza (1:1), 43' s.t. Dervishaj (1:2).

 

Formazione (4-3-2-1): Morisoli - Murachelli (capitano), Delcò, Ballinari, Andali - Minotti, Rossi, Morandi - Giacosa, De Souza - Recce.

 

A disposizione: Guerino (portiere), Gentile, Petrovic.

 

Subentrati nel corso della partita: 1' s.t. Dervishaj x Morandi, 15' s.t. Longo x Recce, 20' s.t. D'Andrea x Minotti, 36' s.t. Morandi x Rossi, 42' s.t. De Angelis x Longo.

 

Ammoniti: Andali, Rossi, Dervishaj.

 

L'USM signoreggia in Val Leventina. Piccola grande impresa.

 

Engel chiedeva una prova di maturità: l'ha avuta coi fiocchi.

 

I giocatori sono entrati in campo con l'atteggiamento e la personalità giusti. E non era una passeggiata. No, non era una partita facile, in un campo non facile (non ancora violato).

 

Buon inizio; mai affannato, più controllato.

 

Il vantaggio locale è baro: il difensore centrale Ballinari interviene pulito in area sull'attaccante. Solo per la giacchetta nera, oggi di rosso vestita, è calcio di rigore.

Preso l'ingiusto 1-0, forte era il rischio che la compagine bellinzonese prendesse un'imbarcata.

Non è stato così, non può essere così nelle squadre di Sandro Engel, allenatore che come pochi organizza, prepara, dispone.

 

Lo spartito "engeliano" funziona a prescindere dagli interpreti.

 

Il Monte Carasso si fa più coraggioso nella ripresa (ottima per qualità), spinto dalle urgenze di classifica. Ha cercato comunque di fare sempre la partita.

 

La squadra ha svoltato, ha acquistato via via sicurezza. Per lunghi tratti ce n'è una sola in campo. E' stato un crescendo.

 

I bianconeri sono corti e coprono ogni zona del campo col pressing e col movimento continuo. Rispetto alle ultime uscite, il palleggio è meno compiaciuto, più concreto e verticale.

 

Giochiamo sempre nella loro metà campo, la linea della nostra difesa coincide spesso con quella di centrocampo.

 

Davanti alla superiorità tecnica dei bianconeri, i leventinesi si avviliscono.

 

Poi quando corre il minuto 63' Longo, al culmine di una ripartenza, imbecca De Souza. Dài e dài il brasiliano si palesa davanti al portiere: tiro di punta e gol.

A due minuti dal termine grandissimo numero di Dervishaj su calcio franco ed è fatta!

 

Usciamo dal campo comunale di Faido con l'anima più forte.

 

DiGi

 

 

 

PODIO:

1° posto: Visar Dervishaj
Entra in campo quando l’USM è sotto di una rete e da lì via la partita cambia. Si mimetizza camaleonticamente tra la linea del centrocampo e quella della difesa avversaria e non riescono mai a prenderlo. Particolarmente aggressivo anche in fase di non possesso riesce anche a recuperare alcuni palloni. Quest’oggi sembra addirittura che l’occhio attento di Benny abbia scorto sulla sua maglia una macchia di fango, risultato del grande agonismo buttato in campo. Magistrale la staffilata che regala i tre punti ai nostri colori.
FRATELLO BIANCO DI DEEPAK


2° posto: Fabio Andali
Se quest’oggi il tanto temuto attacco del Leventina non lo si è praticamente mai visto, molto del merito è da attribuire al John Travolta di Sant’Antonino, che nel tentativo di imitare il suo idolo di Hollywood nel celebre musical Grease, durante la partita le canta e le suona proprio a tutti, con le buone e con le cattive.
BRILLANTINA


3° posto: Fabrizio Murachelli
Lo metti dove vuoi e il caparbio Fabbro risponde sempre e comunque presente. Partita praticamente perfetta. Capisce alla perfezione quando è il momento di verticalizzare e quando invece bisogna rallentare il gioco, presentissimo nei contrasti e fondamentale tatticamente, vista anche la sua duttilità. Ricordandosi delle lezioni di ballo fornitegli dall’amico Specchio all’Habana, al centro del campo sembra danzare. Anche le sue nuove scarpette sono adatte al suo nuovo hobby.
SPECCHIO DELLE MIE BRAME
 

 

CLASSIFICA MARCATORI:

Giocatore Reti campionato Reti coppa Totale

Mariano Recce

5 (1 rigore)

0

5

Giovanni Longo

3 2 (1 rigore) 5

Wagner De Souza

3 1 4

Visar Dervishaj

1 3 4
Jacopo D'Andrea 0 3 3
Fabio Ballinari 1 0 1
Andrea Tamò 0 1

1

Enea Bionda 0

1

1
Samuele Bajada 0 1 1
Riccardo Gabella 0

1

1
       
TOTALE 13 13 26