Stagione 2010 - 2011

4a. lega - Gruppo 3 - Girone di andata

7.11.2010: USM - Riarena 3:0 (1:0)

Reti: 10' Stojic (1:0); 81' Bionda (2:0); 90' Stojic (3:0).

Formazione:
Guerino - Rossini, Murachelli, Ghaffari, Andali - Tamò (capitano), Morandi - Dervishaj - Idrizi, Stojic, Bionda.

A disposizione. Berisha (portiere), Schipani.

Subentrati nel corso della partita:
36' Ponzio x Dervishaj, 45' Kalayapparayil x Idrizi, 45' Petrovic x Stojic, 66' Dervishaj x Morandi, 74' Idrizi x Kalayapparayil, 88' Stojic x Bionda, 89' Delcò x Ghaffari (inf.).

Ammoniti: Tamò, Bionda.

Ormai non sussiste più alcun dubbio che questo sia il momento del Monte Carasso.
Una formazione in salute e globalmente in ottima condizione, nel senso lato del termine.
Questa è un'onda che va cavalcata fino in fondo, facendo affidamento su titolari e riserve, da squadra vera e completa.
Di che rallegrare un gruppo che ci ha preso gusto, dal quale è lecito attendersi nel finale di stagione altri interessanti spunti.
Quinto risultato utile consecutivo a dimostrazione come la compagine di Engel sia finalmente sulla strada giusta, dopo un inizio di stagione claudicante.
Vantaggio bianco-nero già al 10'con Stojic (dopo mischia in area), difeso con ordine per la prima mezz'ora, salvo però perdere un po' la bussola e concedere troppo alle altrui velleità.
L'USM avrebbe potuto - meglio, dovuto - andare alla pausa con un vantaggio ben più cospicuo se solo fosse stato capace di affondare il coltello nella piaga.

Dal 53' il Riarena resta in 10 uomini.
L'inferiorità numerica non ha però messo le ali al Monte Carasso, rimasto sulle sue, piuttosto guardingo.
Sul conto dei padroni di casa si contano le opportunità più ghiotte per chiudere la contesa in anticipo sul triplice fischio dell'arbitro.
Il successo è giunto tondo tondo nel finale di partita. Una vittoria laboriosa, sudata più del previsto.

Al minuto 81' è Idrizi a partire palla al piede a razzo sulla fascia di destra del campo e Bionda ottimamente appostato in area perfeziona il contre micidiale, mettendola alle spalle del portiere avversario.
Nei minuti di recupero grande numero di Stojic che dal limite lascia partire uno splendido destro a giro che si infila all'incrocio sul secondo palo. Una doppietta personale che, unita al gol di sabato scorso, fanno del venticinquenne serbo, ex aequo con Tamò,  il cannoniere con 7 reti in campionato.

Ha vinto, l'undici di Engel, ma ha sofferto, e neppure poco al cospetto di un Riarena sceso in campo senza timori reverenziali, ben deciso a giocarsi tutte le carte a disposizione senza speculare.

Si saluta con gaudio il secondo consecutivo shutout di Guerino.

Da.Ge.