Il sondaggio ha espresso il proprio verdetto...il podio di questa settimana è composto da:

1° posto Stefano Rossi: la partita andata in scena sabato al Ram era di quelle importanti e l'ingegnere si è fatto trovare puntuale all'appuntamento. Schierato nel ruolo di ala sinistra ha giocato un grande match, caratterizzato da grande corsa e soprattutto una ritrovata brillantezza negli appoggi ai compagni e molte percussioni tra le maglie della difesa ospite, conclusesi quasi sempre con ottimi palloni crossati al centro dell'area di rigore. All'occasione prova anche a impaurire l'estremo difensore ospite con un paio di bordate da 35 metri; gli unici ad essersi impauriti sono però stati i vetri delle casette adiacenti al campo. Probabilmente questa è l'ultima fatica del 2010 per il biondo centrocampista offensivo dell'USM, il quale con la prestazione di oggi si è meritato le vacanze in Cambogia, dove ritroverà il suo tanto amato clima caldo e potrà così continuare a sudare felicemente. GIRAMONDO

2° posto Andrea Tamò: di fronte al quotato Fabrizione Bullo non si lascia intimorire...sgrugna e cuce la tela con il solito mix di grinta e ingegno, manco fosse Mc Giver. Ha il grande merito di trasformare (e udite udite: con l'interno del piede!) il rigore che garantisce un preziosissimo punticino. POLIZZA ASSICURATIVA

3° posto Enea Bionda: questa volta il buon Enea non è riuscito a trovare la via del goal, ma malgrado ciò è risultato ancora un volta decisivo. Sua infatti la scorribanda nell'area di rigore del Moderna, che ha causato il rigore a favore dei bianconeri, valso poi il pareggio finale. Dopo un primo tempo giocato un pelino sotto tono, l'enfant prodige dell'USM riesce a trovare i giusti guizzi che mettono costantemente in difficoltà la difesa ospite. Nel finale di gara gli viene pure negato un ennesimo calcio di rigore piuttosto netto. La sua è stata una prestazione  in continua crescita e che è finita con il far impazzire la pur forte difesa ospite. Il talento non manca e con questa attitudine potrà essere lui l'uomo in più per questa squadra. Ulteriore nota di merito gli va riconosciuta per avere individuato tra le erbacce il taccuino smarrito dall'arbitro; a saperlo prima era meglio non ritrovarlo, così Jarno (Ivan) Morisoli non avrebbe potuto farsi sventolare in faccia il cartellino rosso dalla giacchetta nera. SHERLOCK HOLMES

N.B.: la redazione ci tiene a sottolineare che molti sono stati i voti giunti anche a favore di Christian Guerino, il quale resterà per sempre nella storia del calcio per essere il portiere riuscito ad indossare il maggior numero di magliette nel maggior tempo possibile. Probabilmente la preparazione deve averlo stancato molto, in quanto appena entrato in campo ha subito chiesto all'arbitro di "sciulare" la fine....e così è stato...grandissimo Guru:-)