CRONACA

9.5.2012: Verzaschesi - USM 1:9 (0:5)

Reti: 16' Recce; 20' Monighetti; 34' Recce; 39' Tamò; 44' Monighetti; 53' Recce;
67' Monighetti; 70' Giacosa; 74' (1:8); 82' Monighetti. 

Formazione (4-2-3-1):
Guerino - Giacosa, Delcò, Andali, Petrovic - Tamò (capitano), Rossi - Monighetti, Dervishaj, Bionda - Recce.

A disposizione: Morisoli Jarno (portiere).

Subentrati nel corso della partita:
56' De Angelis x Rossi, 60' Bandir x Recce, 65' Nani x Dervishaj, 70' Morisoli Giacomo x Petrovic, 81' Pestoni x Giacosa, 84' Morisoli Samuel x Monighetti. 

Ammonito: Petrovic.

Recupero infrasettimanale in quel di Brione Verzasca (756 m s.l.m).

Il Montecarasso incrocia una serata benedetta, sbalordendo i Verzaschesi (ameni e ospitali) con una prestazione maiuscola. Probabilmente d'altri tempi.

Parte forte. E segna.

E' un gustoso budino "verzasca", floscio. L'USM arrabbiato lo divora.

Sono evidenti minuti di passione che l'USM pappa con gran possesso palla e affondi improvvisi, concedendo di tanto in tanto campo ai locali, per futili disattenzioni.

Il tamburo dei bianconeri è insistente e crea problemi ai Verzaschesi che faticano a contenerli soprattutto sulle fasce.

Sì, serata da incorniciare con la quaterna di Luca Monighetti (stasera argentovivo con proiettili imprendibili di destro e di sinistro), la tripletta di Mariano Recce (20 gol in stagione) e le reti di Andrea Tamò e Giorgio Giacosa.

La squadra segue alla lettera la lezione di Engel. Pressing totale, ma grande attenzione nella fase difensiva.

I padroni di casa hanno penato, dall'inizio alla fine. Penato nel senso che hanno suscitato pensieri di comprensione, di solidarietà. Insomma, il bilancio lasciato scritto dai Verzaschesi sul verde del San Rocco è di quelli che ti coinvolgono emotivamente, ma poi ti dici che il calcio è anche questo e via pedalare…

Sta di fatto che la differenza tecnico-tattico-agonistica fra le due contendenti è stata enorme, addirittura imbarazzante.

Intanto sognare si può.

Ora più che mai è importante mantenere il ritmo, ma sembra proprio che a questa squadra non manchi molto per concretizzare certi traguardi.
Ad majora!

DG

 

PODIO

1° posto: Stefano Rossi
Malgrado debba saltare la rifinitura di martedì a causa di un dolorosissimo sbucciamento dell’indice della mano sinistra (in gergo prettamente medico si parla di pivida), si presenta in condizioni psyco-fisiche semplicemente mostruose. La sua è una partita perfetta…oltre al solito lavoro sporco in fase difensiva, sembra danzare quando è in possesso della palla e fa sempre la cosa giusta con il tempismo giusto.
MANO MORTA

2° posto: Il trio d’attacco, Recce-Monighetti-Bionda:
Se i primi due questa sera hanno affossato i Verzaschesi con una tripletta rispettivamente con un poker, il terzo ha tirato fuori dal cilindro assist al bacio. Si cercano e si trovano ad occhi chiusi e per questo Monte Carasso sono indispensabili come il formaggio sulla pasta.
QUI, QUO E QUA

3° posto: Christian Guerino
A dire il vero nella tiepida serata di Brione non ha dovuto compiere interventi complicatissimi, tuttavia la sua esperienza (n.d.r. questo è il suo 37esimo campionato consecutivo negli attivi) e i suoi interventi stilisticamente impeccabili, hanno dato sicurezza sin dall’inizio a tutta la squadra. Encomiabile il lavoro durante la settimana e la serietà con cui si fa trovare sempre pronto e disponibile. Un esempio per tutti e fondamentale all’interno di questo gruppo.
PROFESSIONISTA DEL CALCIO MINORE

 

CLASSIFICA CANNONIERI    

 

Giocatore Reti campionato Reti coppa Totale

Mariano Recce

20 (5 rigori)

0

20

Luca Monighetti 8 0 8
Andrea Tamò 6 1 7

Visar Dervishaj

3 3 6
Giovanni Longo 3 2 (1 rigore) 5

Wagner De Souza

3 1 4
Jacopo D'Andrea 1 3 4
Fabio Ballinari 2 0 2
Manuel Morandi 2 0 2
Giorgio Giacosa 2 0 2
Enea Bionda 1 1 2
Miladin Petrovic 1 0

1

Stefano Rossi 1 0 1
 Myron Pestoni  1  0 1
Samuele Bajada 0 1 1
Riccardo Gabella 0

1

1
       
TOTALE 54 13 67