CRONACA:

15.4.2012: USM - Tegna 7:0 (3:0)

Reti: 1' Tamò; 6' D'Andrea; 32' Recce (su rigore); 60' Recce (su rigore); 66' Monighetti; 75' Recce; 79' Dervishaj.

Formazione (4-2-3-1):
Morisoli - Giacosa, Delcò, Andali, Petrovic - Tamò (capitano), De Angelis - Monighetti, Nani, D'Andrea - Recce.

A disposizione: Guerino (portiere).

Subentrati nel corso della partita:
17' Dervishaj x D'andrea (ferito), 56' Bandir x De Angelis, 62' Pestoni x Nani, 68' Morisoli x Monighetti, 76' Rossi x Giacosa e Bionda x Recce.

Ammoniti: nessuno.
Espulsi: nessuno.

Il 15esimo turno di campionato è da catalogare tra quelli oltremodo positivi. Per la vittoria ottenuta, l'undicesima in quindici partite, per la maniera autoritaria con la quale i bianconeri hanno strapazzato il Tegna.

Scoppola condita da ben sette reti con cui l'USM ha "bastonato" gli avversari:
un 7-0 clamoroso al di là della grigia e precaria situazione in cui si trovano attualmente
gli ospiti.

L'allenatore ha messo in campo un undici che, rispetto a molte altre esibizioni, ha sfruttato appieno una peculiarità essenziale del gioco del calcio, ovvero la concretezza.
In altre occasioni, il Monte Carasso aveva costruito parecchio, raccogliendo però molto poco in proporzione; questa volta i bianconeri sono stati terribilmente concreti e alla fine hanno raccolto un "pandemonio" di gol.

Due dei quali confezionati dopo appena 6 minutini da Andrea Tamò (segna il gol più rapido dopo poco più di 20 secondi su perfetto assist di Mariano Recce) e da Jacopo D'Andrea di testa (imbeccato da Luca Nani).

Tegna già in "bambola".

Due gol in un amen che conferivano alla contesa un volto inopinato e al Monte Carasso connotati quanto mai pragmatici e di lucida sostanza.

Al 32' Recce dal dischetto firmava il suo primo rigore del 3-0 che frastornava gli ospiti, psicologicamente già al tappeto alla pausa.

L'USM aveva il merito di conservare concentrazione sin dalle prime fasi della ripresa e al 15' siglava la quaterna ancora con Recce su rigore.

Gol a grappoli, reti come pere mature, come la quinta siglata da Luca Monighetti (ritornato ai patri lari) con un rasoterra entro l'area, la sesta "lineare" messa a segno ancora da Recce (hattrick per lui) e la settima efficace e godibile firmata da Visar Dervishaj.

Insomma un pomeriggio uggioso ma pirotecnico che ha consentito al Monte Carasso (solido, assoluto padrone della contesa) di compiere un ulteriore salto di qualità.

Non c'è mai stata partita al Ram, per l'imbarazzante superiorità dei bianconeri.

La squadra diretta da Sandro Engel ha aperto le porte a tanta gioventù: oggi in campo c'erano anche due ragazzi (allievi B) del 1996 (Mayron Pestoni e Giacomo Morisoli).

GiDi


PODIO:

1° posto: Mariano Recce
Si procura due rigori che poi trasforma di giustezza, segna un ulteriore goal e offre un assist al bacio nei secondi iniziali della partita. Penso che ciò possa bastare per giustificare il primo posto. E siamo a quota 15 reti in campionato.
POLPO PAUL

2° posto: Luca Nani
Prima da titolare con la maglia bianconera. Il talento non gli manca, ma oggi più che di fioretto ha lavorato con “pic e pala” fornendo una prova di grande sostanza e grinta. Soprattutto nei primi 30 minuti, il suo pressing ha permesso alla squadra di mister Engel di andare a recuperare palla già nella trequarti nemica e di colpire inesorabilmente a più riprese.
BIENVENUE

3° posto: Andrea Tamò
Particolarmente tonico, lucido in cabina di regia, generoso e letale. Sapiente lavoro di cucitura tra i reparti. Sempre più calato nella parte di guastatore d'area. Ha il merito di segnare il gol più veloce della stagione. Lo speaker ufficiale USM A. Sali sta ancora leggendo le formazioni nel suo gabbiotto, che il capitano ha già buggerato l'estremo difensore avversario. Parafrasando un aforisma di Vujadin Boskov: " Andy è come cervo che esce di foresta".
VIVO O MORTO TU VERRAI CON ME


CLASSIFICA CANNONIERI   

Giocatore Reti campionato Reti coppa Totale

Mariano Recce

15 (4 rigori)

0

15

Visar Dervishaj

3 3 6
Giovanni Longo 3 2 (1 rigore) 5

Wagner De Souza

3 1 4
Andrea Tamò 3 1 4
Jacopo D'Andrea 1 3 4
Fabio Ballinari 2 0 2
Manuel Morandi 2 0 2
Luca Monighetti 2 0 2
Enea Bionda 1 1 2
Giorgio Giacosa 1 0 1
Miladin Petrovic 1 0

1

Samuele Bajada 0 1 1
Riccardo Gabella 0

1

1
       
TOTALE 37 13 50