12.5.2018: Giubiasco – USM 2:1 (2:0)

Reti: 34’ (1:0); 36’ (2:0); 53’ Tuozzo (2:1)

Formazione (4-2-3-1):
99 Ballabeni – 4 Bomio Pacciorini, 6 Tamò (capitano), 19 Tuozzo, 11 Straface – 20 Ferraboschi (46’ Pocas Ribeiro), 5 Gatti (88’ Mazzei) – 21 Peric –
9 Regazzoni (46’ Bubba), 13 Mazzei (58’ Regazzoni, 73’ Papariello), 10 Morelli.

A disposizione: Simoni (portiere), Albanese, Hunkeler.

Ammonito: Pocas Ribeiro.

I bianconeri implodono al Comunale di Giubiasco perdendo 2:1.

Il Monte Carasso subisce  una sconfitta dolorosa al cospetto dell’avversario diretto nella lotta per la permanenza in terza divisione.

Soltanto il Monte Carasso poteva rimettere in piedi il Giubiasco (sconfitto nelle prime otto uscite del 2018!). La ritrovata vittoria garantisce ai padroni di casa una boccata d’ossigeno. Ossigeno che, per contro, viene pericolosamente a mancare ad un Monte Carasso che non sa più vincere, nemmeno contro un avversario che nel nuovo anno aveva vestito i panni del materasso. 

USM rinunciatario nel primo tempo, povero dal punto di vista offensivo, tentennante. Ha trovato soverchie difficoltà nell’imbastire il proprio gioco.

Resta però il rammarico per un risultato utile che sabato sembrava ampiamente nelle corde della squadra di Casarotti, la quale nella ripresa, sotto già 2-0, si è un po’ sbloccata e ha creato occasioni (purtroppo sciupate).

Contesa diventata nell’ultima mezz’ora un assedio alla porta giubiaschese.
Da fa vegnì el mal dela pecolla.

Non c’è più diritto all’errore.
Domenica occorrerà un’altra verve e il Monte Carasso non potrà sbagliare contro il Someo nel giardino di casa.