21.4.2018: USM – Solduno 2:2 (0:1)

Reti: 40’ (0:1); 51’ (0:2); 77’ Peric (su rigore); 81’ Straface.

Formazione (4-2-1-3):
1 Ballabeni – 4 Bomio Pacciorini, (66’ Hunkeler) 6 Tamò (capitano), 19 Tuozzo, 11 Straface – 15 Lucic (51’ Ferraboschi), 21 Peric – 7 Pocas Riberiro (66’ Regazzoni) – 9 Regazzoni (51’ Bubba), 13 Mazzei (74’ Gatti), 10 Morelli.

A disposizone: Simoni (portiere), Albanese, Papariello.

Ammoniti: Tamò, Tuozzo, Straface.

Note: al 61’ Ballabeni neutralizza un calcio di rigore.

Il Monte Carasso nel primo tempo sembra non ingranare.

Poi nella ripresa riparte più aggressivo.

L’arte di complicarsi la vita è nelle corde di un Monte Carasso che però, al contrario di altre più nefaste occasioni, ha saputo riemergere dal pantano nel quale lo avevano trascinato le sviste di qualche singolo interprete per cavare dal cilindro i goals di Peric e di Straface.

Quando si è in doppio svantaggio e nella seconda parte si riesce a raddrizzare la baracca non si può fare gli schizzinosi sul punto conquistato.