29.10.2017: Someo – USM 2:1 (1:1)

Reti: 16’ Peric (rigore); 32’ (1:1); 55’ (2:1).

Formazione (4-2-3-1):
99 Ballabeni – 16 Mellacina (46’ Bomio Pacciorini, 76’ Lucic)), 6 Tamò (capitano), 20 Ferraboschi, 11 Straface – 21 Peric, 15 Lucic (65’ Lavigna) –
5 Tommaso Morisoli, 7 Pocas Ribeiro, 10 Morelli – 13 Mazzei (81’ Simoni).

Ammoniti: Ferraboschi, Lavigna.

Nota: al 19’ Ballabeni para un calcio di rigore.

C’è mestizia nell’aria.

Eppure Tamò e compagni la partita non l’hanno iniziata poi così male. Perlomeno sino al penalty trasformato da Peric dopo un quarto d’ora di gioco. E’ il Monte Carasso ad agire con il piglio migliore.

L’USM ha ceduto mentalmente. La ripresa e il secondo gol subìto lo dimostrano.

Anche perché il Someo ha approfittato delle preoccupanti amnesie difensive bianconere per portarsi in vantaggio.

Il pareggio sarebbe stato più giusto (avrebbe forse rispecchiato meglio l’andamento dell’incontro), ma come spesso accade è un singolo episodio (correva il minuto 55) a fare pendere la bilancia dalla parte dei vincitori.

L’inverno del Monte Carasso si annuncia molto rigido. A “meno 7” il freddo è pungente, soprattutto per chi a temperature così rigide non era preparato.