23.8.2017: USM – Moesa 2:2 (0:2)

Reti: 1’ (0:1); 6’ (0:2); 57’ Tommaso Morisoli (1:2); 79’ Peric (2:2).

Formazione (4-2-3-1):
99 Ballabeni – 8 Hunkeler (84’ Mellacina), 19 Tuozzo, 6 Tamò (capitano), 11 Petrovic (46’ Tommaso Morisoli) – 20 Ferraboschi (81’ Gatti), 14 Gatti (63’ Albanese) – 4 Bomio Pacciorini, 21 Peric, 10 Morelli (80’ Papariello) – 9 Monighetti (46’ Mazzei).

A disposizione: Simoni (portiere), Raffaele Morisoli.

Ammoniti: Petrovic, Albanese, Mazzei.

Nota: dal 32’ ospiti con l’uomo in meno.

E’ iniziata la nuova stagione agonistica 2017-2018.

La nuova compagine del Monte Carasso esordiva in caso contro il Moesa, con alcune novità.

Nuova conduzione tecnica con l’allenatore Mattia Casarotti e l’assistente Mattia De Taddeo.

In campo i nuovi arrivi: il portiere Patrick Ballabeni, Alessandro Tuozzo e Filippo Ferraboschi (tutti ex Giubiasco).

Disastroso inizio di match. Due reti nei primi sei minuti di gioco: 0-1 dopo appena tredici secondi!

Due segnature in un amen che conferiscono alla contesa un volto inopinato. Padroni di casa imprecisi, lenti e svogliati.

Non è stato un Monte Carasso brillante ed effervescente quello visto all’opera al Ram. Ma, nonostante una manovra farraginosa e poco incisiva, i bianconeri si sono pur sempre creati ottime occasione per andare in gol.

Nella ripresa si sono scrollati di dosso la tensione dell’esordio prendendo in mano la sfida attraverso il possesso palla, culminato con le due reti di Morisoli e Peric.

Nei minuti finali le speranze di successo sono andate in frantumi con l’ultima scoccata che s’infrange contro la “ramina” del Ram.

Insomma una serata pirotecnica che ha consentito ai bianconeri di pareggiare.